LED Made in Europe

Led made in Europe

Le lampade led piu’ diffuse

1) Lampadine con attacco a vite per uso domestico e tubi a led tipo neon

I led si prestano a molti utilizzi, lasciando libero spazio alla fantasia di ingegneri e designer, anche con la costruzione di apparecchi dalle forme originali potendo letteralmente incollare i led su qualunque superficie. Il mercato offre faretti, plafoniere, tubi, barre lineari, lampadari, lampioni, strisce con caratteristiche impensabili fino a pochi anni fa. Tutto questo è reso possibile grazie alla ridotta quantità di calore trasmessa dai led, rispetto alle lampade tradizionali.

Le lampade più diffuse in ambito domestico sono quelle dalla classica forma a pera e con attacco a vite compatibile con gli attuali portalampada E27.

In ambito industriale sono diffusi i tubi a led, che sostituiscono i tubi al neon.

In entrambi i settori sono presenti aziende di fama e prestigio internazionale, ma anche sconosciuti produttori asiatici a buon mercato, spesso con prodotti privi dei marchi di conformità alle normative europee.

I tre maggiori produttori mondiali di lampadine tipo-incandescenza, tipo-alogena e tipo-neon (cioè che vanno a sostituire questi prodotti) sono GE (General Electric), Osram e Philips.



Foto 1 e 2.  Prodotti GE



Foto 3 e 4. Prodotti Osram

 
Foto 5 e 6. Prodotti Philips




Foto 7. Prodotti privi di marchio CE, indicazioni di sicurezza e funzionamento


2) Moduli led in striscia e montati su circuito stampato rigido

I led, in genere quelli di tipo commerciale, si possono acquistare già montati su lunghe strisce adesive le quali possono essere incollate su diversi tipi di supporto rigido o flessibile per formare semplici “lampade” di bassa potenza.

Le “strisce di led” consentono quindi numerose realizzazioni domestiche con ampie possibilità di scelta nei colori, forme e lunghezze. Le strisce rappresentano attualmente il sistema più economico (sebbene non il più affidabile nel tempo) per realizzare lampade a led per uso casalingo. Occorre possedere una certa competenza elettrica ed elettronica per selezionare i prodotti adatti.

Purtroppo i costi per reperire sul mercato le diverse parti sono spesso molto elevati.



Foto 8. Tipica bobina con 5 metri di led in striscia adesiva


I led professionali, utilizzati per l’illuminazione industriale o in quella residenziale per lampade di alta qualità e affidabilità, sono venduti singolarmente alle industrie che li assemblano su basette rigide chiamate “circuiti stampati”.


I moduli così realizzati vengono quindi assemblati a loro volta all’interno dei contenitori metallici che costituiscono il corpo vero e proprio della lampada a led.

L’utilizzo di moduli led montati su basette rigide al posto delle strisce flessibili viene preferito da molti produttori di lampade di qualità e di potenza medio-alta, perchè la dissipazione di calore risulta più efficace (in tal modo si allunga la vita della lampada e si offrono garanzie superiori ai termini di legge). Un altro vantaggio offerto dal modulo rigido riguarda la riparabilità (nei rari casi in cui fosse necessaria) e la facilità di sostituzione con un altro di tipo identico. I moduli led flessibili sono difficilmente riparabili se non scollando l’intera striscia, oppure tagliando la parte danneggiata e sostituendola con un’altra identica ammesso che quest’ultima sia ancora disponibile sul mercato a distanza di anni.



Foto 9. Circuito stampato professionale e striscia di led commerciali


3) Barre a led

Un’interessante utilizzo dei led è costituito dalle lampade a barra dette anche semplicemente barre oppure barre lineari a led.

Con il termine “barra” si intende una lampada lunga e stretta costituita da un profilato in alluminio (nei prodotti di qualità) oppure da una canalina in plastica (nei prodotti più economici) contenente i led. La parte superiore è costituita da una copertura in materiale plastico totalmente trasparente (detta “clear”) oppure satinata (spesso chiamata “frosted”, “glossed”, “opalina”, “opaca”, “matt”), oppure lavorata a lente.

La copertura plastica permette l’uscita della luce.

La lampada si completa con un alimentatore ed eventualmente da accessori opzionali quali dimmer (regolatori di luminosità), interruttori, sensori a sfioramento (touchscreen), luce notturna ecc. ecc.

L’utilizzo dell’alluminio per il corpo-lampada ha uno scopo ben preciso: dissipare il calore generato dai led. Un led produce comunque calore ed è essenziale che esso venga dissipato efficacemente perché in caso contrario si verificano drastiche riduzioni della durata nel tempo fino alla bruciatura del componente.

 

I metalli sono ottimi dissipatori di calore e le leghe in alluminio sono le più usate in quanto offrono un buon compromesso tra peso, lavorabilità e capacità di smaltimento termico. La plastica, con esclusione di alcuni costosi materiali speciali, non è altrettanto efficace, ma il costo è decisamente inferiore rispetto all’alluminio. Per tale ragione viene usata nei prodotti economici ed in quelli che non hanno necessità di smaltire molto calore grazie alla bassa luminosità offerta da led di modeste prestazioni.

I moduli led possono essere fissati al supporto mediante incollaggio (se vengono utilizzate le strisce commerciali) oppure utilizzando rivetti, spine e viti (se vengono utilizzati circuiti stampati rigidi per uso professionale).

I “tubi a led” sono delle particolari barre inserite in un involucro tondo di vetro e sostituiscono i classici “tubi al neon” per utilizzi tipicamente industriali.



Foto 10. Barra commerciale con striscia di led adesiva e copertura trasparente



Foto 11. Barra commerciale con striscia di led adesiva e copertura satinata


I principi di funzionamento di una barra a led sono praticamente gli stessi di una normale lampada, ma sono decisamente diverse le applicazioni, ovvero il modo di utilizzarle all’interno dell’ambiente domestico. Chiaramente non è possibile “avvitare” una barra led all’attacco filettato E27 del lampadario del salotto, in sostituzione della vecchia lampadina da 60W. Le barre a led possono essere fissate ai mobili della cucina (utilizzo come sottopensile per illuminare il piano di lavoro), oppure alle pareti o sul soffitto, nella camera da letto, sopra uno scaffale o una libreria. Alcuni modelli possono essere inseriti nei cassetti o direttamente nei vani dei mobili.

I modelli colorati possono essere installati nelle camere dei bambini o diventare dei complementi d’arredo. Si possono usare in bagno come luci per la specchiera, oppure in garage.

La barra led si presta per essere considerata sia una efficace fonte di illuminazione che un oggetto dal design raffinato e in sintonia con l’ambiente. Ecco perché, dopo le lampadine commerciali che si possono reperire anche al supermercato, le barre led hanno un’ampia diffusione presso la clientela privata e residenziale. E’ abbastanza semplice acquistare e installare da soli una barra led anche avendo modeste conoscenze di elettricità, anche se non è sempre agevole districarsi tra le numerose offerte che vengono proposte dal mercato.

Anche per questo genere di prodotto occorre una certa attenzione per evitare sorprese e problemi di funzionamento. Le barre eccessivamente economiche, di dubbia provenienza, prive di marchi di sicurezza, realizzate con materiali di scarsa qualità o che offrono prestazioni mirabolanti (in genere di elevata luminosità) possono nascondere alcune insidie tra cui un prematuro spegnimento irreversibile di uno o più led a causa di cattiva dissipazione, correnti elettriche non correttamente gestite dall’alimentatore, permeabilità ai disturbi (sovratensioni, sovracorrenti, impulsi ecc.) provenienti dalla rete elettrica e non adeguatamente filtrati dall’alimentatore.



Foto 12. Barre led professionali colorate

Per saperne di più: schemi tipologie barre a led »

Tags: tubi led, strisce led, sostituire lampadine neon con led, risparmiare costo bolletta luce con led, arredamento con luci led, arredare casa soluzioni, sottopensile led cucina, led camera da letto bambini, lampadine risparmio energetico, led concept design, barre led

Leggere l'etichetta sulla confezione delle lampade
Cosa sono i Led
Led contro lampadina
L'etichetta energetica europea
Luce calda o luce fredda
Piccolo dizionario tecnico

Lyra Consulenze Industriali Srl
Via dei Mulini, 5 - 10015 Ivrea (TO)
Tel. 0125-280347



P.IVA 09504770018
REA e CCIAA TO/1057421 del 12/01/2007
Cap. Soc. Euro 10.000 i.v.

LED MADE IN EUROPE

Marchio Depositato da Lyra Consulenze Industriali Srl

Realizzazione sito SoftPlace s.r.l.
Tecnologia LED
Tag Cloud - Links - Credits
^ Top